Menu:

Fratta in piena

Le foto della piena
Vai..

Ricerca personalizzata






Radar Arpav Veneto


Tipo di visualizzazione
Radar
Elaborazione


Elaborazione di Cristiano Fontana su immagini radar di proprietà di ARPA Veneto




Sovrapposizione dei radar di Concordia e di Teolo

La sovrapposizione dei due radar è stata eseguita da Cristiano Fontana, mio amico e collega universitario. Inanzitutto è stato ricalibrato il radar di Concordia, il quale è posto al livello del mare al contrario dei quasi 500 metri di altitudine del radar di Teolo. Per la ricalibrazione è stata usata la parte in comune fra i due radar associando le due riflettività pixel per pixel. Ne è venuta fuori una funzione di rinormalizzazione non lineare che è in continuo miglioramento grazie all'aumentare della statistica dei dati disponibili. Una volta eseguita tale rinormalizzazione, i pixel nella zona promiscua sono stati calcolati facendo una media fra i due radar, mentre nelle zone esterne sono stati riportati i pixel normalizzati. Stiamo lavorando per avere un'immagine radar che riporti i mm/h invece che la riflettività ed anche un'altra che stimi l'accumulo di pioggia a partire dalle immagini radar. Tali immagini dovrebbero essere disponibili nei prossimi mesi.



Come si legge il radar

La scala dei colori sulla destra rappresenta la riflettivitá in dBz del radar. Il colore blu è la riflettivitá delle nuvole piú basse che non porta ad alcuna precipitazione, il verde rappresenta la pioggia debole, il giallo la pioggia moderata, l'arancione/rosso la pioggia forte mentre il viola molte volte è sintomo di grandine. I dBz non sono direttamente proporzionali ai mm/h (millimetri/ora), l'unitá di misura classica con cui si misura l'intensitá della pioggia, ma queste due quantitá sono legate da una relazione logaritmica definita da Marshall-Palmer, per informazioni maggiori su questa legge andate qui.